Sports

I 3 fattori principali nella scelta di un handicapper sportivo

Sei un appassionato di sport a cui piace scommettere sulla sua squadra del cuore? Sei uno scommettitore occasionale o scommetti seriamente sugli sport? Per gli scommettitori occasionali che amano buttare giù qualche soldo su un gioco di interesse, non c’è tanto bisogno di pagare per un servizio professionale che fornisce consigli sulle scommesse. Sono solo un po’ di soldi per un gioco interessante, e rende lo spettatore un po’ più piacevole. Ma per quelle persone che prendono sul serio le loro scommesse sportive, potrebbero prendere in considerazione l’idea di assumere un servizio di handicap sportivo.

In molti casi, può avere senso assumere un servizio di handicap, ma è necessario capire esattamente per cosa si sta pagando. Non stai assumendo l’handicap (noto anche come “tappatore”), per qualche consiglio aggiuntivo. Non dovrebbero essere visti solo come un’altra opinione. Se hai intenzione di pagare gli handicapper, dovresti prendere le loro mance e scommetterle di conseguenza. Scegliere e scegliere quali scommesse giocare potrebbe non essere la migliore strategia.

Quindi supponiamo che tu abbia preso la decisione di assumere un capper perché sei seriamente intenzionato a fare soldi nel mondo delle scommesse sportive. Cosa dovresti cercare nella tua ricerca? Sebbene ci siano molte somiglianze tra i vari tappatori, ci sono anche alcune differenze. In questo articolo esamineremo tre delle considerazioni più importanti.

Cerca un Handicapper esperto

C’è un vecchio detto che non può sostituire l’esperienza e questo è molto vero nel mondo dell’handicap sportivo. Non commettere errori sul fatto che limitare con successo i giochi sportivi richiede molto duro lavoro. Ci sono molte variabili da considerare e questi ragazzi hanno bisogno di tempo nel settore per capire davvero come svolgere il proprio lavoro in modo efficace. Ciò di solito comporta molti anni di attività. Quindi, cerca un handicapper con almeno dieci anni di solida esperienza negli sport con handicap.

Trova un handicapper che pubblica i risultati pubblicamente

Nel settore delle scommesse sportive, ci sono molti portatori di handicap che preferiscono mantenere la propria identità e risultati privati. Ciò potrebbe soddisfare bene le loro esigenze, ma per me, voglio sapere chi sto assumendo e qual è stato il loro track record per il raggiungimento di un limite di successo. Cerca qualcuno che non abbia paura di essere trasparente, se non con la propria identità, almeno con i propri risultati. È risaputo che anche i migliori handicapper hanno successo solo il 55-60% delle volte. Assicurati che l’handicap abbia una percentuale di successo minima del 55%, in modo da poter scommettere con profitto nel lungo periodo. Dopotutto, lo stai pagando per la sua esperienza e dovrebbe quindi essere disposto a confessare tutte le sue scelte.

Assicurati che la struttura dei prezzi rientri nel tuo budget

La linea di fondo nelle scommesse sportive professionali è fare soldi. Il bookmaker deve essere pagato. L’handicap deve essere pagato e anche tu, lo scommettitore, vuoi essere pagato. Prima di assumere un handicapper, assicurati di avere una comprensione completa dei suoi prezzi. Stai pagando un abbonamento? In caso affermativo, quanto dura e il tasso di rinnovo è lo stesso? Calcola le commissioni dell’handicap nella tua formula per determinare quanto successo devi avere per essere redditizio. Gli handicapper più costosi sono più adatti per gli scommettitori più grandi.

Conclusione

Chi è il miglior handicapper sportivo? La risposta potrebbe sorprenderti. Ce ne sono parecchi buoni là fuori. Se ne scegli uno che ha un tetto massimo da almeno dieci anni, pubblica i risultati pubblicamente e ha una struttura dei prezzi equa, allora hai fatto i compiti e sei pronto per tuffarti nelle scommesse sportive con un buon partner.

About the author

admin

Leave a Comment